Importanti novità nel Decreto sblocca Italia: le associazioni del comparto florovivaistico nazionale caldeggiano il disegno di legge sulla detraibilità fiscale per il rilancio economico del settore del verde. Per saperne di più, vi proponiamo l’estratto del verbale che segue:

Nada Forbici (Assofloro Lombardia) entra nel merito del dibattito, premettendo la natura costruttiva e propositiva del presente tavolo di confronto. Ripartendo da Montichiari-BS (20 novembre 2015), dai 4 punti che sono stati dibattuti e condivisi: Servizio Fitosanitario Nazionale, Necessità del rilancio economico del settore, Decreto Sblocca Italia, richiesta incontro Presidente del Consiglio Renzi.

La problematica fitosanitaria legata alla Xylella è stata posta all’attenzione del Ministro Maurizio Martina (MIPAAF) in uno storico, per il nostro comparto, incontro tenutosi a Roma il 1° marzo 2016, alla presenza di figure Istituzionali e di alcuni Presidenti di Associazioni del comparto florovivaistico nazionale. In un clima disteso e di collaborazione, sono stati condivisi diversi argomenti che riguardano il settore.

In merito al rilancio economico del settore, nel Disegno di Legge sulla detraibilità fiscale, rispetto a novembre, sono intervenuti cambiamenti sulla modalità di presentazione del Disegno di Legge e delle figure politiche coinvolte. Forbici ripercorre il pregresso storico di quanto accaduto e della mancata approvazione, al Parlamento, nel mese di dicembre 2015. L’On. M. Bernardo (Formazione politica di Centro Destra) ed il Sen. G. Susta (Formazione politica di Centro Sinistra) hanno sostenuto energicamente e rielaborato il Disegno di Legge con una nuova proposta di Legge che è stata presentata, in Commissione Finanze della Camera dei Deputati, in data 21 aprile 2016, con la revisione della franchigia, passata a €. 20.000 per le aree verdi private: per quanto riguarda le aree di pertinenza condominiale, la soglia è scesa al tetto massimo dei Euro 30.000.

Questa nuova determina è maggiormente legata a termini-condizioni previste a livello normativo-di Legge,in ambito di ristrutturazioni edili, in considerazione di questo, dovrebbe risultare più “forte” tecnicamente.

I due esponenti politici sollecitano le Associazioni ed organizzazioni del settore florovivaistico di intervenire congiuntamente per porre in risalto a livello di mass media la nuova determina. Forbici espone ai presenti il prossimo iter di presentazione del Ddl,come da indicazioni della Segreteria della Commissione Finanze : la numerazione della norma, l’ufficializzazione alla camera, la lettura, il ritorno per la pubblicazione, l’invio ai gruppi parlamentari per la sottoscrizione. Sarà in questa fase, indicativamente entro il 15 di maggio 2016, che sarà importante incidere, per avere il maggior numero di appoggio dei deputati per la sottoscrizione. Dopo di che, il Ddl verra’ affidato ad una Commissione ,si ipotizza alla Commissione Bilancio: maggiore sarà il numero di deputati che lo sosterranno, maggiori saranno le probabilità di approvazione e di attenzione da parte del Governo.

E’ stata assicurata la disponibilità dell’aula Aldo Moro di Montecitorio per la presentazione del Disegno di Legge, in data 6 luglio a Roma, dalle ore 16.00 alle ore 18.30. La presentazione verrà promossa da tutta la filiera del settore, pertanto, è necessario fin da adesso iniziare ad attivarsi per tracciare le linee di preparazione di questo evento.”

Pin It on Pinterest